sabato 2 luglio 2011

La ballata dell'uovo sodo ovvero l'Angelino Alfano


Ma guardate sta bella faccia ovale
da ragazzo cresimato
faccia pulita liscia appena levigata
non sembra affatto una faccia stirata
a vederlo così non sembra neanche un dritto
ma somiglia di più a una specie di pesce fritto
chioma fluente sguardo sfuggente
non c'è bisogno ch'apra bocca
che già in anticipo sai cosa
con pazienza ascoltar ti tocca
parole banali parole scontate
concetti bislacchi
ma ieri sta faccia d'uovo sodo
c'ha sorpresi tutti
c'ha presi tutti alla sprovvista
all'improvviso dall'alto del suo palco
deciso e sicuro come un falco
in una sala immensa e plaudente
nel tripudio commosso del suo presidente
ha pronunciato una parola storica
che tutti i presenti compreso il presidente
stavano a cercare dentro un vocabolario
ma dove sta scritta sta parola strana
inquieti chiedevano tutti i componenti
cerca cerca e non la trovavano
quando a un tratto s'alza un altro uovo sodo
un certo domenico scilipoti
che preso da convulsa frenesia
cominciò a gridare
è un neologismo
è un barbarismo
uno dei soliti anglicismi
insomma è vocabolo straniero
uno di quelli che son la rovina
della nostra bella lingua 
allora l'immenso consesso
a sentir quella bella arringa
s'alzò in piedi tutta contenta
tirando un sospiro di sollievo
qui vogliono farci tornare al medioevo
diceva un certo cosentino
a uno che gli stava vicino
lascialo parlare diceva un altro
tanto alla fine noi sappiamo chi comanda.
Posta un commento